Amarone della Valpolicella, un orgoglio tutto italiano

- Advertisement -

Amarone della Valpolicella: vino rosso DOCG dal colore rosso granato e dal sapore pieno e vellutato prodotto esclusivamente nella Valpolicella in provincia di Verona.

E’ un vino dalle origini antiche: nel 49 a.C. Catullo parlava già di un “vino amaro”. Nel V secolo Cassiodoro reperiva dell’Acinatico della Valpolicella da portare alla mensa del re ostrogoto Teodorico.

Era un vino molto apprezzato e continuò ad esserlo attraverso i secoli. Nel 1845 un gruppo di assaggiatori francesi a Parigi, degustando un Rosso Austero Costa Calda di San Vito di Negrar invecchiato 11 anni, lo giudicò supremo e superiore a diversi Bordeaux ed Hermitage.

Amarone della Valpolicella

L’Amarone è un Recioto Amaro, un passito secco che lega il suo nome ad un evento singolare. Nel 1936 nella Cantina sociale Valpolicella il capo-cantina Adelino Lucchese trovò una botte di Recioto dimenticata in un angolo da qualche tempo. Ne assaggiò il contenuto e, apprezzandolo, esclamò: “questo non è Amaro, è un Amarone”.

Il Recioto dimenticato in quella botte continuò a fermentare fino a diventare secco, Gli zuccheri si trasformarono in alcool facendo perdere la dolcezza del vino. Fu così che nel 1938, una volta trovato il procedimento corretto per produrlo, nacque l’etichetta Amarone della Valpolicella la cui commercializzazione partì nel 1953. Nel 1968 arrivò l’approvazione ufficiale del primo disciplinare di produzione e il riconoscimento della DOC.

L’Amarone della Valpolicella è un grande rosso, ottimo se abbinato a piatti importanti come brasati, carni arrosto, selvaggina, stracotti, salumi, formaggi a pasta dura.

E’ un orgoglio tutto italiano.

Amarone della Valpolicella
Amarone della Valpolicella

- Advertisement -

Ti consigliamo:

Leggi anche:

Imille si aggiudica la gara social di ITsART

Imille conia il concetto di “culturtainment” (culture + entertainment), un nuovo modo di parlare...

Statua di Cristina Trivulzio di Belgiojoso, svelata ieri nella...

Ieri, mercoledì 15 settembre, il Sindaco Giuseppe Sala ha svelato la statua di Cristina...

Golosaria quindicesima edizione: tra i Castelli del Monferrato

Apriranno sabato 11 settembre al castello di Casale Monferrato i cancelli - fisici e simbolici...

Tripfordog: al museo con il cane

Fino ad oggi se si volevano vedere alcuni musei importanti bisognava lasciare a casa...

Costa dei Trabocchi in moto, un itinerario imperdibile

Eccoci pronti in sella al nostro bolide per percorrere i 70 chilometri del litorale...

Francavilla al Mare, un comune tutto da scoprire

Francavilla al Mare è una piacevole località balneare della provincia di Chieti che affaccia...

Cosa scegli?

Translate »