Il Pantheon, una meraviglia conservata nei secoli

- Advertisement -

Passeggiando nel dedalo formato dai vicoli di Roma, a due passi da piazza Navona, si esce in una bellissima piazza circondata da case antiche e bar all’aperto. Al centro della piazza si erge uno dei monumenti iconici della città eterna, il Pantheon.

Un monumento tanto imponente quanto splendido che attira ogni anno centinaia di migliaia di turisti. Simbolo del potere dell’antica Roma, il Pantheon fu costruito da Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto, nel 27 a.C. circa, ma due incendi lo danneggiarono e così l’imperatore Adriano decise di ricostruirlo intorno al 120 d.C., in onore di tutte le divinità.

L’imperatore era un appassionato di architettura e non è ancora certo se fu proprio lui ad occuparsi del progetto e dei lavori, oppure, se affidò l’incarico all’architetto Apollodoro di Damasco.

Sicuramente, si tratta di una delle opere architettoniche più imponenti mai compiute: la sua cupola che misura ben 44 metri di diametro ispirò più di mille anni dopo veri e propri geni dell’architettura come Filippo Brunelleschi e Michelangelo Buonarroti.

Pantheon, come 2000 anni fa

Non solo: in cima alla cupola è stato posto un oculo di nove metri di diametro che lascia circolare la luce regalando affascinanti effetti luminosi nell’arco della giornata. L’oculo, inoltre, non è coperto da un vetro e lascia passare anche la pioggia e, proprio per questo motivo, il pavimento della sala è leggermente curvo.

Pantheon
Pantheon

Secondo un’antica leggenda, il Pantheon fu il luogo dove il fondatore di Roma, Romolo, alla sua morte fu afferrato da un’aquila e portato in cielo fra gli Dei. Inoltre, fu un edificio molto innovativo perché accoglieva i fedeli, al contrario dei dettami dell’epoca che volevano che il sacerdote stesse dentro il tempio, mentre i fedeli assistevano alle funzioni dall’esterno.

Secondo Cassio Dione Cocceiano il Pantheon derivava il suo nome dal fatto che la cupola richiamava la volta celeste, la sede degli Dei. Questo bellissimo edificio che nel VII secolo venne convertito in basilica cristiana col nome di Santa Maria della Rotonda al fine di preservarlo, detiene un primato: è l’edificio dell’antica Roma che meglio si è conservato, dandoci l’opportunità di vederlo ancora oggi come lo videro i romani quasi duemila anni fa.

Pantheon - foto ilmeteo.net
Pantheon – foto ilmeteo.net

- Advertisement -

Ti consigliamo:

Leggi anche:

Imille si aggiudica la gara social di ITsART

Imille conia il concetto di “culturtainment” (culture + entertainment), un nuovo modo di parlare...

Statua di Cristina Trivulzio di Belgiojoso, svelata ieri nella...

Ieri, mercoledì 15 settembre, il Sindaco Giuseppe Sala ha svelato la statua di Cristina...

Golosaria quindicesima edizione: tra i Castelli del Monferrato

Apriranno sabato 11 settembre al castello di Casale Monferrato i cancelli - fisici e simbolici...

Tripfordog: al museo con il cane

Fino ad oggi se si volevano vedere alcuni musei importanti bisognava lasciare a casa...

Costa dei Trabocchi in moto, un itinerario imperdibile

Eccoci pronti in sella al nostro bolide per percorrere i 70 chilometri del litorale...

Francavilla al Mare, un comune tutto da scoprire

Francavilla al Mare è una piacevole località balneare della provincia di Chieti che affaccia...

Cosa scegli?

Translate »