Connect with us

Sardegna

Villasimius, siamo forse in paradiso?

Acque cristalline e spiagge candide: eccoci a Villasimius, un paradiso incantato, un lembo di terra della Sardegna meridionale che si protende nelle acque del Tirreno.

Proprio per la sua posizione strategica la zona venne abitata fin dai tempi più remoti. In epoca medievale Villasimius si chiamava Carbonara ed apparteneva al Giudicato di Cagliari. Nel 1258 diventò una proprietà della famiglia Della Gherardesca che ne mantenne il controllo fino al 1324, quando sotto il dominio degli aragonesi venne infeudata ai Carroz.

A causa delle frequenti e devastanti incursioni saracene gli abitanti di Carbonara abbandonarono gradualmente il borgo, fino a renderlo disabitato. Nella prima metà dell’Ottocento la famiglia degli Incani ricevette in dono l’ex feudo dei Carroz. Fu il Generale Antonio Incani a dare nuova vita al paese facendo costruire la chiesa di San Pietro ed alcune abitazioni, dove si stabilirono i primi abitanti provenienti dai paesi limitrofi.

Nel 1845 diventò una frazione del comune di Sinnai e nel 1848 guadagnò la sua autonomia. Carbonara diventò Villasimius il 17 agosto 1862. Negli anni del dopoguerra l’attività turistica si sviluppò considerevolmente fino a diventare la prima fonte di reddito dell’intera zona. Oggi Villasimius è una delle mete turistiche più frequentate della Sardegna.

Villasimius foto di Robin Corps

Villasimius foto di Robin Corps

Villasimius, una perla!

E’ una delle perle del sud che incanta i turisti con le sue acque limpide dai colori intensi e meravigliosi insieme a quella corona di spiagge intervallate da piccole scogliere e dal promontorio di Capo Carbonara.

Le spiagge sono una più bella dell’altra, quella di Porto Giunco è particolarmente suggestiva con lo stagno di Notteri alle spalle separato dal mare da una lingua di sabbia bianca su cui veglia la Torre Aragonese posta sul promontorio.

Oltre ad essere una località di mare Villasimius ha un lato culturale che merita di essere esplorato visitando i resti di età nuragica delle necropoli di Accu Is Traias e di Cruccuris o dedicandosi al sito di Cuccureddus, dove sono presenti resti di un insediamento fenicio-punico e di uno romano.

Da non perdere poi il museo archeologico che tramite storie di tesori sommersi vi trasporterà nell’antichità. E poi certo, una volta finito il giro di nuovo tutti in spiaggia!

Villasimius - foto di Xoil

Villasimius – foto di Xoil

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

gorgonzola gorgonzola

Il mistero delle origini del gorgonzola: formaggio lombardo oppure no?

Enogastronomia

Cristo velato - foto di vesuviolive.it Cristo velato - foto di vesuviolive.it

Cristo velato, dove la perfezione supera la comprensione umana

Campania

David di Michelangelo David di Michelangelo

David di Michelangelo, l’emblema del Rinascimento italiano

Tradizioni e curiosità

17 marzo 1861 17 marzo 1861

17 marzo 1861: la nascita dello Stato Italiano

2021

Le case igloo del quartiere Maggiolina a Milano Le case igloo del quartiere Maggiolina a Milano

Le case igloo del quartiere Maggiolina a Milano

Lombardia

Tre Cime di Lavaredo Tre Cime di Lavaredo

Tre Cime di Lavaredo, un vero incanto!

Veneto

dito cattelan dito cattelan

Dito Cattelan: L.O.V.E. Amore in piazza Affari?

Lombardia

Il gobbo nella smorfia napoletana Il gobbo nella smorfia napoletana

Il gobbo nella smorfia napoletana: origine e significato

Tradizioni e curiosità

torino esoterica torino esoterica

Torino esoterica: il segreto delle grotte alchemiche

Piemonte

Bronzi di Riace Bronzi di Riace

Bronzi di Riace, i due eroi restituiti dal mare

Tradizioni e curiosità

Translate »